Quando ci sentiamo male per qualsiasi motivo, è perché siamo usciti dal vortice. E’nel vortice che viviamo la nostra versione migliore: ci possiamo sentire innamorati senza avere una relazione e sicuri senza che nessuno ci incoraggi. Nel vortice possiamo sentire che l’amante che stiamo cercando, è il nostro Essere Interiore.

Non entriamo nel vortice per ottenere qualcosa o perché lì c’è la promessa di un miglioramento: entriamoci per il piacere che ci dà. Non per ottenere qualcosa o provare se funziona, così attraiamo già il fallimento; ma perché  rappresenta ciò che siamo e non vogliamo vivere al di sotto delle nostre possibilità.

Il vortice è un luogo emotivo, uno stato d’animo, il sentimento che ti fa sentire più felice, sicuro, libero, fiducioso, forte, coraggioso, vivace, divertito …

Se pensi di dover avere delle cose prima di vivere un tale sentimento, ad esempio una relazione, qualcuno che ti incoraggi o una vita migliore, queste cose ti tengono in ostaggio: finché non le avrai, non ti permetterai di essere felice. La farfalla è focalizzata esclusivamente sul presente. Quando era una larva non si sentiva meno di quello che era, non bramava di essere farfalla, era già nell’espansione della spirale, era felice. La farfalla, come tutta la natura che ci circonda, apprezza ogni parte del processo, perché in ogni parte c’è interezza e appagamento. Sarebbe come dire ad un bambino che non è finito perché non è ancora adulto e, finché non lo sarà, non potrà essere contento.

Spesso quando desideriamo qualcosa sentiamo un senso di mancanza ed è proprio questo a tenerci inchiodati dove siamo. Quante persone conosci che si sentono sicure, vivendo situazioni che non dovrebbero dar loro quel senso di sicurezza? Non molte credo. Perché non viviamo più spesso nella spirale in espansione? Perché non siamo abituati ad allenare il nostro potere, per questo crediamo che qualcuno ce lo prenda o ce lo lasciamo portar via. Non riconosciamo che il nostro potere è ciò che siamo, la nostra versione migliore. Come accedo al vortice? Desiderandolo. E’ sufficiente che desideri sentirmi libero, gioioso, fiducioso e aperto, per proiettarmi in quello stato d’animo.

Talvolta l’attesa del seme che deve germogliare può talvolta sembrare una lunga attesa.

Muoversi come se quel seme fosse già germogliato, può accorciare le distanze. Perché così è. Non esiste situazione che non possa essere sanata e migliorata grazie a questo atteggiamento.

Il punto è quanto riesci a sentirti robusto e pronto per muoverti in uno spazio sempre più grande, che tende idealmente all’infinito.Coltiva la percezione della completezza, della perfezione dell’attimo presente e non sentirai più un vuoto tra ciò che sei e ciò che desideri essere.

Sei già dove desideri essere.

EnglishItaly

Pin It on Pinterest

Share This

Share the love

Condividi se ti è piaciuto!